Lingue

Villano con botticella

Giardino di Boboli

Autore: Bandinelli Bartolomeo Detto Baccio Bandinelli
Tipologia: statua

Descrizione

Nella vita del Bandinelli, Vasari ricorda che baccio "aveva fatto condurre di mano a Gio. Fancelli, suo creato...col modelio fatto da se stesso, per un vivaio, un villano che vota un barile pieno d'acqua". La descrizione corrisponde infatti a questa figura, che tuttavia stilisticamente sembra più avanzata e più prossima ai modi di Valerio Cioli , artista a cui è infatti riferita dalle fonti settecentesche, che interpretano la figura, "in atto" di versare un barile arrovesciato..."in tempo di svinatura", e associandolo al villano che vanga sicuramente di mano del Cioli. La Wiles per prima ricondusse questa statua al testo di Vasari, e quindi al Fancelli, notandone la precocità" del tema rispetto alla diffusione dei soggetti di genere diffusi dal Giambologna . Di recente anche Heikamp ha ricordato la precocità dell'interesse del Bandinelli per i soggetti quotidiani e gli animali, di cui si conserva al Louvre un gruppo di Disegni, riconoscendo in ciò derivazioni ellenistiche e influssi nordici. Il tema è stato anche oggetto della recente comunicazione di Anthea Brook nel recente convegno 'Boboli 90'

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.