Lingue

Polittico di S. Procolo. Madonna con Bambino e Santi

Galleria degli Uffizi

Autore: Ambrogio Lorenzetti
Tipologia: polittico
Sala: Sala 4 - A6

Descrizione

Il Trittico di San Procolo è un dipinto a tempera e oro su tavola di Ambrogio Lorenzetti, databile al 1332. Il trittico si trovava nella chiesa di San Procolo a Firenze. Il dipinto mostra al centro la Madonna col Bambino a mezza figura e ai lati i santi Nicola e Procolo. In alto, nelle cuspidi, si trovano, da sinistra, San Giovanni evangelista, Cristo Redentore e San Giovanni Battista. All'epoca della realizzazione di quest'opera Ambrogio Lorenzetti aveva compiuto passi da gigante nella resa volumetrica dei personaggi, nell'ingentilimento delle figure, nell'uso delle modulazioni chiaroscurali, nella spiccata profilatura dei personaggi, nella ricca decorazione; stilemi decisamente vicini a quelli della scuola di Giotto. Notevole è anche l'attenzione ai dettagli, soprattutto nelle ricchissime vesti dei due vescovi. Le posture dei personaggi sono ancora rigide e questi sembrano come ingessati, contraddistinguendosi dalle figure di Giotto dei primi anni trenta. Tuttavia è l'umanità del rapporto tra Maria e il Bambino che contraddistingue l'opera. In questo dipinto Gesù guarda infatti la madre con gli occhi sgranati e la bocca semiaperta generando un'espressione tipica di un neonato. Maria, che appare elegante come una nobildonna dell'epoca, ricambia lo sguardo ed offre al figlio un'espressione serena e rassicurante e le dita della mano destra per giocare. Da notare anche la singolare presenza del corallo rosso al collo del Bambino: si tratta di un antichissimo talismano apotropaico per i neonati, che rappresentava gocce di sangue che dalla madre passano al figlio, attraverso il cordone ombelicale. Nel caso dell'iconografia di Gesù, aveva anche un significato legato alla prefigurazione del sangue della Passione per via del colore.

Photo Credits: catalogo.beniculturali.it - Text Credits: it.wikipedia.org

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.