Lingue

Incoronazione di Maria Vergine

Galleria degli Uffizi

Autore: Giovanni da Fiesole detto Beato Angelico
Tipologia: dipinto
Sala: Sala 7

Descrizione

I santi raffigurati da Beato Angelico in questo straordinario dipinto, insieme ai patriarchi e agli angeli musicanti, formano una variopinta moltitudine, disposta più o meno vicino a Dio. Ciascuno è ritratto individualmente e scolpito volumetricamente dalla luce, che accende anche i colori brillanti delle stoffe. La luce, emanazione celeste, illumina tutti i Santi raffigurati e secondo la quantità e qualità di luce che assorbono e riflettono, rivelano la maggiore o minore partecipazione all’essenza di Dio.Tra i Santi raffigurati si riconoscono Sant'Egidio, il primo al centro in abito vescovile con baculo pastorale e piviale azzurro, San Zanobi, anche lui vescovo fiorentino, San Francesco d’Assisi, San Domenico di Guzman, San Benedetto da Norcia e San Girolamo, in seconda fila dietro ai due vescovi fiorentini. Tra le sante di sinistra si riconoscono Santa Maria Maddalena, col tipico vestito rosso e l'ampolla, inginocchiata e che guarda verso lo spettatore. Ogni giorno si festeggia almeno un santo e dal momento che quelli riconosciuti dal Vaticano sono più di 365, la Chiesa ha voluto celebrare in un giorno a loro dedicato tutti i santi indistintamente, per le loro gesta e in molti casi anche per il loro martirio. Santi che contemplano eternamente il volto di Dio e gioiscono appieno di questa visione, come li ha raffigurati Beato Angelico in questo dipinto. L’origini della data del 1 novembre si perde però tra sacro e profano e risale ai primi secoli della chiesa stessa. Infatti il primo a voler dedicare una festa al ricordo e alla celebrazione dei santi e dei martiri fu Papa Bonifacio IV. Per sua volontà la giornata del 13 maggio venne consacrata e dedicata a tutti coloro i quali avevano subito il martirio nei secoli precedenti. Tra l’VIII e il IX secolo la festa cominciò a diffondersi anche in Europa e a Roma specificamente nel IX secolo: qui fu Papa Gregorio III a scegliere come data il 1 novembre per farla coincidere con la consacrazione di una cappella in San Pietro dedicata alle reliquie “dei Santi apostoli e di tutti i Santi martiri e confessori, e di tutti i giusti resi perfetti che riposano in pace in tutto il mondo”.

Photo Credits: catalogo.beniculturali.it Text Credits: it.wikipedia.org

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.