Lingue

Presentazione della Vergine al Tempio

Galleria degli Uffizi

Autore: Niccolò di Bonaccorso
Tipologia: dipinto
Sala: Sala 3

Descrizione

Presentazione della Vergine al Tempio fa parte di Le Storie della Vergine. Si tratta di una serie di dipinti a tempera e oro su tavola di Niccolò di Bonaccorso, databili al 1380 circa. Le tre tavolette mostrano uno stile piuttosto eclettico. Le tre opere hanno identiche misure e identica incorniciatura. Tutte e tre inoltre hanno la stessa decorazione del retro, che suggerisce come essi potessero venir mossi e chiusi, rendendo visibile anche il lato posteriore. La Presentazione della Vergine al Tempio agli Uffizi è evidentemente ispirata ai maestri della scuola senese del primo trecento, soprattutto Simone Martini e Ambrogio Lorenzetti. Di quest'ultimo la tavola sembra citare abbastanza esplicitamente la Presentazione di Gesù al Tempio sempre agli Uffizi, con analoghe ricerche spaziali e la citazione del motivo del festone retto da statue che paiono vive sul coronamento dell'edificio. La scena è infatti ambientata in un padiglione a base ottagonale con un parapetto marmoreo su cui si innalzano colonne esilissime, con archi a tutto sesto che sostengono una specie di tiburio culminante in una lanterna; intuitivamente lo spazio viene scorciato, senza una conoscenza reale delle regole della prospettiva, dando all'insieme un effetto magico e irreale, come è evidente anche nel pavimento marmoreo a motivi geometrici. La piccola Maria ha già salito i gradini del Tempio e sta davanti al sacerdote, ma con lo sguardo sembra volere accomiatarsi dai genitori Anna e Gioacchino, che si ergono ai lati dell'entrata; altri personaggi popolano in cerchio l'architettura, mentre dietro l'altare si scorgono le consorelle di Maria, giovani donne che trascorreranno la loro adolescenza semirecluse come monache.

Photo Credits: catalogo.beniculturali.it Text Credits: it.wikipedia.org

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.