Lingue

Ferrara

Esplora i musei e i luoghi di Ferrara

Ferrara

Chiesa del Corpus Domini

115 opere

Il monastero del Corpus Domini, fondato nel 1406, è stato un complesso molto esteso, compreso tra via Praisolo, via Campofranco, via Pergolato e via Savonarola, a Ferrara. In seguito è stato distrutto da un incendio e quindi ricostruito, ridotto rispetto all'estensione precedente. Ospitò per circa 28 anni santa Caterina Vegri prima del suo trasferimento a Bologna ed è stato tradizionalmemte il principale luogo di sepoltura degli esponenti della casata estense in città. La chiesa pubblica venne decorata in epoca tardobarocca. Sull'altare maggiore si trova la pala con la Comunione degli apostoli di Giambettino Cignaroli (1768), mentre il soffitto della navata presenta l'affresco della Gloria di santa Caterina Vegri, di Giuseppe Antonio Ghedini.

Ferrara

Chiesa di S. Domenico

202 opere

La costruzione nelle forme attuali risale al 1726 ad opera dell'architetto Vincenzo Santini, sul sito di una chiesa più antica eretta nel 1274, della quale restano il campanile, XIII secolo e la cappella Canani XV secolo che fu l'antica struttura absidale. Nei pressi dell'abside attuale si trovano le Crocette di San Domenico, XIII secolo, che furono sede dell'Università, della Corporazione degli Artisti e Medici dal 1397, poi delle lettere, delle scienze naturali, di medicina, di astronomia e matematica. In San Domenico aveva sede il Tribunale della Santa Inquisizione; qui si tenevano le procedure giudiziarie, le condanne e spesso le esecuzioni. Sino al 1924 accanto alla chiesa, come è ben visibile nella Pianta ed alzato della città di Ferrara di Andrea Bolzoni del 1747, sorgeva un convento. Il convento domenicano era molto esteso e nel XX secolo venne quasi completamente demolito. Dall'antico primo chiostro venne ricavata la caserma del Littorio mentre il secondo chiostro fu completamente abbattuto per lasciar posto al palazzo delle Poste.