Lingue

Vittorio Emanuele II a cavallo

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Alfonso Balzico
Tipologia: statua equestre

Descrizione

E' il bozzetto eseguito dal Balzico in occasione del concorso per il monumento a Vittorio Emanuele II (1820-1878) indetto dal Consiglio Comunale di Torino alla morte del monarca per ricordarne la memoria nella città sabauda. L'artista partecipò con un bozzetto che fu molto lodato dal Fanfulla: "Il Re, così vero che si direbbe fotografato nella vecchia, per noi Piemontesi carissima, divisa dell'esercito sardo, in fiera posa, su di un cavallo di sangue [...]". Alla base del monumento, ai quattro angoli del piedistallo, l'artista pose quattro statue dei fiumi, il Po, il Tevere, l'Arno ed il Sele (cfr. schede ) rappresentanti le diverse regioni della Penisola e quindi richiamo all'unità d'Italia raggiunta da Vittorio Emanuele II. Il Trezza riferisce, inoltre, che il monumento era arricchito da bassorilievi raffiguranti famose battaglie della storia d'Italia.Il progetto del Balzico non venne mai realizzato poichè il concorso fu vinto dal genovese Pietro Costa (cfr. I. Cremona, G. Garimoldi, Fantasmi di bronzo, Guida ai monumenti di Torino 1808-1937, Torino 1978, pp. 146-150, n.° 40)

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.