Lingue

Veduta del Palazzo Reale di Firenze

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Giovanni Migliara
Tipologia: dipinto

Descrizione

Il dipinto raffigura il cortile interno di Palazzo Pitti dalla parte del Giardino di Boboli, mentre alcune figure passeggiano per il parco, con una visuale molto ampia che asseconda l'andamento circolare del piazzale. Nel 1827, data del dipinto in esame, il Palazzo era residenza del Granduca Leopoldo II, salito al trono nel 1824. La datazione al 1827 pone invero un dubbio, poiché, come risulterebbe da un album di acquarelli datato 1825, sembrerebbe che il Migliara fosse in Toscana soltanto in quella data; ad ogni modo, non è escluso che la presente possa essere un'opera dipinta a memoria, su commissione, o per lo meno tratta dagli studi eseguiti nel soggiorno di due anni prima. Migliara è esponente di rilievo della veduta urbana della prima metà dell'Ottocento, derivata dalla tradizione settecentesca del genere e rinvigorita anche attraverso una nuova concezione della luce e del rapporto con il vero. In particolare il pittore piemontese fonda le sue vedute su una attento studio prospettico che aveva affinato grazie all'esperienza di scenografo e sull'esempio del vedutismo settecentesco veneziano. A questo va aggiunto che egli fu molto popolare per aver interpretato in Italia la maniera monastica di François Granet - vedute di interni di conventi e chiostri - accompagnata da una attenzione fiamminga per i particolari e, come nelle vedute cittadine, da un rigoroso impianto prospettico

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.