Lingue

Ritratto del conte Guelfo Trotti Estense Mosti

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Lorenzo Bartolini
Tipologia: scultura

Descrizione

Il busto costituisce un ritratto del conte Guelfo Estense Trotti Mosti, giovane rampollo di una famiglia di antica nobiltà lombardo-emiliana. L'opera fu commissionata all'artista dai parenti dell'effigiato per ricordarlo a seguito della sua prematura scomparsa, dovuta ad una logorante malattia (cfr. Archivio generale G.N.A.M., Acquisti opere d'arte definiti, 1940, Pos. 3-8, fasc. 2).Tale ritratto è generalmente datato dalla bibliografia agli anni '30 dell'Ottocento, periodo in cui l'arte di Lorenzo Bartolini è giunta al pieno della maturità e della fama: esso, infatti, è esemplare di quell'aulico modo d'intendere il ritratto dello scultore toscano che gli valse la nomina di "migliore ritrattista in marmo esistente" da parte dell'amico Jean Auguste Dominique Ingres (cfr. Di Majo-Lanfranconi, op. cit.).Dal 1938 l'opera si trovava nei depositi del Museo Napoleonico di Roma: la Galleria Nazionale d'Arte Moderna si adoperò immediatamente per farla trasferire nelle proprie collezioni, al fine di valorizzarla e colmare l'assenza di opere di Bartolini. La pratica andò a buon fine e il busto giunse nella sede attuale nel 1940

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.