Lingue

Maschere

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Gian Emilio Malerba
Tipologia: dipinto

Descrizione

L'opera fu eseguita nel 1922, anno in cui Gian Emilio Malerba entra nel gruppo dei Sette del Novecento. Essa è dunque ascrivibile ad un momento della carriera dell'artista in cui, dopo aver esordito agli inizi del secolo nel clima del tardo Ottocento lombardo, approda a forme di maggiore vigore plastico, risolte in una fattura robusta e compatta, in sintonia con quello che sarà l'orientamento della pittura novecentista. In "Maschere", inoltre, Malerba si mostra tra i primi interpreti delle atmosfere rarefatte del Realismo magico: attraverso il taglio fotografico, l'artista congela la realtà dell'immagine e la colloca in una dimensione astratta e simbolica. Proprio della cultura del Realismo magico e in genere degli anni Venti è anche il motivo della maschera, di cui il dipinto offre uno dei primi esempi in ambito figurativo italiano. La figura femminile al centro con le braccia conserte ritrae la moglie dell'artista, protagonista anche di altri dipinti . Grande importanza riveste anche la figura ammantata di nero sulla destra: essa rimanda ai retaggi simbolisti e secessionisti dell'artista, forse particolarmente suggestionato dall'opera di Franz Von Stuck

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.