Lingue

Le tre età

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Gustav Klimt
Tipologia: dipinto

Descrizione

Databile al 1905, il grande dipinto allegorico viene esposto alla seconda mostra del Deutscher Künstlerbund di Berlino, forse di proprietà della collezione viennese di H.O. Miethke . Esso, benché non risulti tra le opere esposte all'Esposizione Internazionale di Belle Arti tenutasi a Roma nel 1911, fu apparentemente acquistato forse con i fondi stanziati per gli acquisti previsti a quella mostra romana, in occasione della quale peraltro Klimt vinse il primo premio.Conosciuto anche con il titolo "Le tre età" e "Le tre età della vita" è stato datato da Pirchan al 1908. Successivamente Dobai ha giustamente anticipato la datazione al 1905, anno in cui l'opera fu esposta a Berlino alla mostra della Lega degli Artisti Tedeschi insieme ad altri dipinti dell'artista, tra i quali "La Speranza" . Il soggetto di quest'ultimo dipinto, che aveva destato scandalo, tanto da essere celato al pubblico da una paravento, è affine e quello de "Le tre età della donna", anche se il pittore insiste maggiormente sul tema della maternità sulla quale incombono minacciosi i simboli dell'inesorabile scorrere del tempo. Nel dipinto della GNAM questa inesorabilità è mitigata dalla scomparsa del teschio, sostiuito dal corpo scarno della vecchia addolorata, chiara allusione al tempo impietoso il cui passaggio è simboleggiato dalle tre immagini femminili, rappresentazioni delle tre divere età della donna . La vecchia dal corpo nudo è vicina alle donne che raffigurano le sofferenze dell'umanità nel "Fregio di Beethoven" e agli studi per i pannelli dell'Università , dove il motivo della donna anziana disperato è ripetuto . Il modello formale del dipinto della GNAM è individuabile nelle sculture di Rodin per la "Porte aux Enfers" e nel bronzetto "La vieille Heaultmière". Secondo E. Di Stefano lo spunto per il dipinto è da rintracciarsi nella "Vanitas", detta anche "Le tre età" di H. Baldung Grien in cui sono presenti, oltre allo spettro e alla morte, un bambino, una fanciulla e una vecchia. Un precedente tematico dell'opera della GNAM è inoltre costituito dalla "Danza della vita" di Munch ; un precedente compositivo è invece ravvisabile nell'incisione di Kubin intitolata "Fecondità" . Alcuni studi preparatori per "Le tre età della donna" sono conservati all'Historisches Museum der Stadt di Vienna . La vecchia dal corpo nudo è vicina alle donne che raffigurano le sofferenze dell'umanità nel "Fregio di Beethoven" e agli studi per i pannelli dell'Università dove il motivo della donna anziana disperata è ripetuto . Il modello formale del dipinto GNAM è individuabile nelle sculture di Rodin per la "Porte aux Enfers" e nel bronzetto "La vieille Heaultmière". Secondo E. di Stefano, lo spunto per il dipinto è da rintracciarsi nella "Vanitas", detta snche "Le tre età" di H. Baldung Grien in cui sono presenti, oltre allo spettro e alla morte, un bambino, una fanciulla e una vecchia. Un precedente tematico dell'opera della GNAM è inoltre costituito dalla "Danza della vita" di Munch ; un precedente compositivo è invece ravisabile nell'incisione di Kubin intitolata "Fecondità" .Degli studi preparatori per "Le tre età della donna" sono conservati all'Historisches Museum der Stadt di Vienna e nella stessa GNAM

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.