Lingue

La preghiera nel deserto

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Stefano Ussi
Tipologia: dipinto

Descrizione

Proveniente dal lascito fatto nel 1907 alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna da Boghos Nubar Pascià, figlio di Nubar Pascià, committente dell'opera, il dipinto si riferisce al primo soggiorno di Stefano Ussi in Egitto del 1869, dove si era recato su invito del viceré in occasione dei festeggiamenti per l'apertura del Canale di Suez (17 novembre). L'opera accuratamente composta in studio sulla base dei ricordi riferibili al viaggio egiziano costituisce una versione più tarda del dipinto omonimo "La preghiera nel deserto", realizzato per Ismail Pascià, quinto sovrano autonomo e primo kedivè d'Egitto, ed esposto presso l'Accademia di Belle Arti di Firenze nel 1871. La tela, infatti, offre la medesima distesa di sabbia desertica dalla vivace gamma cromatica basata su toni caldi, quasi ambrati, preceduta in primo piano da una figura di arabo con turbante sul capo di grande immediatezza espressiva, ma con l'aggiunta in lontananza di un gruppo di figure davanti alla tenda. Non è un caso che il dipinto sia stato spesso identificato con la prima versione tanto da essere stata pubblicata dal Pantini nel suo articolo pubblicato sulla rivista "Emporium" nel 1900

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.