Lingue

La posizione di Solferino dal lato del camposanto assaltato dai francesi

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Carlo Ademollo
Tipologia: dipinto

Descrizione

Carlo Ademollo, nipote del pittore Luigi Ademollo, nel 1838 si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Firenze. Dal 1849 comincia ad esporre alle Promotrici fiorentine dedicandosi principalmente al quadro di soggetto storico. Nel 1855 è tra i frequentatori del Caffè Michelangelo ma non aderì al movimento dei macchiaioli. Quattro anni più tardi, nel 1859, l'artista si arruola volontariamente nell'esercito dove può osservare da vicino i campi di combattimento. Essendo così testimone di salienti avvenimenti risorgimentali nel 1861 presenta all'Esposizione Nazionale di Firenze alcuni episodi delle Battaglie di San Martino e di Varese. Nel 1866 veste ancora una volta i panni del soldato, partecipando alla terza guerra di indipendenza con il grado di aiutante di campo del comandante della Guardia Nazionale di Firenze, ed è nominato pittore dell'Armata italiana. In questa tela, datata in iscrizione 1859, Ademollo ritrae la località di Solferino, in cui il 24 giugno del 1859 si era svolta la battaglia tra le truppe franco-piemontesi e quelle austriache, che si concluse con la presa della rocca. Qui l'artista infatti presenta il castello di Solferino, le cui mura erano stato ridotte a poco più di un metro e mezzo dai colpi dell'artiglieria, la torre quadrata ed il muro del cimitero. Molto probabilmente Ademollo eseguì questo studio dal vero recandosi sul campo poco dopo la conclusione della battaglia

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.