Lingue

La Lupa allattante Romolo e Remo

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Alfonso Balzico
Tipologia: scultura

Descrizione

Il Lessona cita un modello in gesso della Lupa eseguito dal Balzico nel 1874. Potrebbe trattarsi di questo, visto in seguito dal Trezza nel Museo Balzichiano.La statua varia leggermente l'iconografia della celebre Lupa Capitolina, avendo le zampe posteriori appoggiate a terra, con i due gemelli carponi fra le gambe dell'animale.Il Lessona , nella sua monografia sull'artista, riferisce che nel 1874 il Balzico realizzò un modello in gesso de La Lupa, forse dopo aver visto la lupa che si trovava nel giardino zoologico del Re presso il suo studio o quella che vide, durante un suo viaggio a Roma, imprigionata nel Campidoglio. Il Trezza scrive di aver visto l'opera nel museo Balzichiano che venne aperto a Roma, a largo Santa Susanna, dove si trovava lo studio dello scultore. La Lupa venne poi donata allo Stato dagli eredi dello scultore e, dal carteggio del dono Fornari, in una lettera del 30 gennaio 1933, risulta che vennero effettuate due fusioni in bronzo della statua: una personale per Mussolini. Un'altra destinata al Museo Mussolini in Campidoglio, ora collocata alla Galleria Comunale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma .

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.