Lingue

Interno (Gioco interrotto)

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Adriano Cecioni
Tipologia: dipinto

Descrizione

Il dipinto è datato dalla bibliografia al periodo 1867 - 1870 circa: in quegli anni Cecioni, rientrato a Firenze dal pensionato a Napoli vinto nel 1863 presso l'Accademia di Belle Arti fiorentina, inizia a dedicarsi maggiormente alla pittura, come testimoniato dal critico Diego Martelli, il quale seguiva e documentava le ricerche degli artisti d'avanguardia a lui contemporanei (cfr. Barocchi P., Storia moderna dell'arte in Italia: dalla pittura di storia alla storia della pittura, 1859-1883: manifesti, polemiche, documenti, Milano, 2009).Tale arco di datazione sembra potersi confermare anche dal punto di vista stilistico: in quel periodo, infatti, l'artista partecipa alle ricerche sulla "macchia" degli artisti del Caffè Michelangelo, portando avanti lo studio del vero già maturato a Napoli nell'ambito della cosiddetta "Scuola di Resina", insieme ai colleghi De Nittis, Rossano e De Gregorio. La pittura compendiaria, dunque, si deve al contesto fiorentino, mentre la composizione di gusto seicentesco è un retaggio dell'ambiente culturale napoletano. Già Domenico Morelli, importante figura d'intermediazione tra Napoli e la Firenze macchiaiola, aveva fatto della pittura seicentesca la sua maggiore fonte d'ispirazione. Anche il gusto tipicamente nordico per la pittura d'interni, fortemente ravvisabile nella tela in questione (la fuga di stanze attraverso le porte aperte, la minuzia descrittiva dell'ambiente), era penetrato a Napoli già all'inizio del secolo grazie alla presenza di pittori stranieri come l'olandese Anton Sminck van Pitloo.Il tema dell'infanzia, indagata con occhio verista, è al centro della poetica di Cecioni: grande risalto è spesso dato all'espressione dei bambini, immortalati in gesti di carattere narrativo (cfr. "Sopresa per le scale", scheda n. 00826914)

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.