Lingue

I funerali di una vergine

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Gaetano Previati
Tipologia: dipinto trittico

Descrizione

Si tratta della terza versione del motivo con "I funerali di una vergine". Se ne conoscono un altro esemplare in coll. privata milanese, proveniente dalla coll. Carlo Sacchi di Milano, datato tra il 1883-95, dalla resa molto più descrittiva (olio su tela, 125 x 170 cm), e una versione di dimensioni minori che fu esposto alla Galleria Pesaro di Milano nel 1913 (olio su tela, cm. 31 x 40). Una fotografia del 1912 ritrae Emilio Sommariva con Previati e Alberto Grubicy nello studio di Milano, e nello sfondo il quadro in fase di esecuzione: il documento fissa il termine post quem per la realizzazione del dipinto, probabilmente finito entro l'anno successivo. La sua prima partecipazione alle mostre risale al 1914. Esiste inoltre uno studio parziale di teste femminili che potrebbe riferirsi a questo trittico, esposto a Venezia nel 1912 (cfr. U. Ojetti, La X esposizione d'arte a Venezia - 1912, Bergamo 1912, p. 93). Il quadro testimonia una fase importante nella pittura di Previati, individuata da Boccioni nella capacità d'innovazione dello spazio simbolista, insieme a quella di rielaborare elementi culturali precedenti (Boccioni 1916, ripubbl. in T. Fiori, Archivi del Divisionismo, con introduzione di F. Bellonzi, 2 voll., Roma 1968, vol. I, pp. 54-58). La divisione del dipinto in forma di trittico non ne blocca la ritmicità, anzi invita a una lettura continua, esaltando la ripetizione delle fisionomie su suggestioni arcaiche e primitive, come i mosaici ravennati con la teoria delle Vergini in Sant'Apollinare Nuovo

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.