Lingue

Giuramento di Bruto sul corpo di Lucrezia

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Pichot Emile-jules (attr)
Tipologia: dipinto

Descrizione

Presentato all'Ufficio Esportazione-Oggetti di Antichità e di Arte di Roma, per l'esportazione definitiva negli USA per conto dell'antiquario Arturo Ferrante e acquistato con diritto esercizio di prelazione dal Ministero nel 1981 (cfr. Archivio Generale G.N.A.M./ Acquisti di opere d'arte definiti, 1981, po. 3-8), questo dipinto compare nel verbale di ricevuta della G.N.A.M. come olio su tela raffigurante "uno degli Orazi che uccide la sorella", di anonimo di scuola francese della fine del sec. XIX. L'attribuzione al pittore francese Emile-Jules Pichot, la corretta identificazione iconografica e la collocazione cronologica - riportate nella scheda inventariale della G.N.A.M. n. 6191 - si devono a Bruno Mantura. Artista francese, nativo di La Chapelle-Vendomoise, dedito alla pittura di storia e di genere (paesaggi e ritratti), Pichot si formò con Cabanel, James Bertrand e Aimé Millet all'Ecole des Beaux-Arts di Parigi. Dopo i primi riconoscimenti ufficiali ricevuti nel 1878, cominciò a esporre ai Salon dal 1879, nel solco della tradizione accademico-classicista ufficiale. Vinse nel 1879 il secondo premio del Grand Prix de Rome messo in palio dall'Accademia francese, col dipinto La morte di Demostene. Evidente in questa teatrale composizione di un più raro soggetto storico-romano nella produzione dell'artista, più incline a ritratti e quadri di genere, dalla contrastata illuminazione di ascendenza caravaggesca e dal virtuosistico gioco di braccia che si distendono, sondando la profondità dello spazio, l'apprendistato accademico di un pittore formatosi sulle opere dei grandi maestri del classicismo francese, educatosi in particolare sui capolavori storico-politici neoclassici del David

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.