Lingue

Fossor

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Emilio Franceschi
Tipologia: scultura

Descrizione

I primi cristiani indicavano con il termine "fossores" gli scavatori delle catacombe; Fossor è quindi un umile seppellitore raffigurato nell'atto di incidere la parola Martyr sul sarcofago, istoriato di simboli paleocristiani, di una Eulalia ancilla Dei (come indica l'iscrizione posta sul lato destro della base). L'opera forma un' ideale continuità narrativa con la scultura Eulalia cristiana (cfr. scheda NCTN 00826246); come quest'ultima, infatti, Fossor è un soggetto ispirato alla storia dei primi secoli del cristianesimo. In esso l'erudizione archeologica di Franceschi si spinge fino a far proprie le forme espressive delle iscrizioni funebri popolari (si veda, ad esempio, Have al posto di Ave). Tuttavia, l'ambientazione romana fa trasparire una più profonda influenza del realismo di Achille D'Orsi e della scuola napoletana (cfr. Frezzotti, 2006, p 237). Fossor fu presentato da Franceschi all'Esposizione Internazionale di Roma del 1883; in seguito entrò a far parte del primo nucleo degli acquisti per la Galleria Nazionale d'Arte Moderna, dove, nell'ordinamento del 1915, fu collocato nell'atrio (cfr. Piantoni, 1990, p. 130)

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.