Lingue

Convoglio di truppe in marcia

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Massimo D'azeglio
Tipologia: dipinto

Descrizione

Il piccolo dipinto rappresenta uno dei primi esempi prodotti da d'Azeglio di paesaggio istoriato (contenente, cioè, scene storico-letterarie) con truppe e armigeri in costume rinascimentale e medievale, molto vicino alla "Sosta di un convoglio militare" della Galleria d'Arte Moderna di Torino, nel quale, a differenza del presente, i soldati indossano ancora divise contemporanee (Rosazza 2006). Dipinta a ridosso della partenza del pittore da Roma, dove aveva studiato per la Campagna Romana il paesaggio dal vero, l'opera è verosimilmente attribuibile agli anni intorno al 1825, anno in cui d'Azeglio invia a Torino alcune opere di soggetto storico, poco prima di rientrare nella capitale sabauda dove porterà avanti con maggior compiutezza la sua declinazione della pittura di storia, non più classica (come ancora nei dipinti dei primi anni Venti), ma medievale con protagoniste storie di crociati e dei comuni italiani. La scelta di trattare fatti storici e rievocare alcuni episodi delle grandi battaglie italiane (ad esempio, nella "Disfida di Barletta", 1932 ca.), rivelano l'importanza che il pittore dava all'opera d'arte quale veicolo di messaggi civili, in cui aleggiano quelle istanze libertarie - del resto in sintonia col romanzo storico del suocero Alessandro Manzoni, che potrebbe aver avuto un ruolo importante nella formazione della sua poetica - legate al proprio credo politico, che lo porteranno ad essere uno dei protagonisti politici dell'Unità d'Italia. Inoltre, a supporto di una datazione tra il 1825 e gli anni Trenta, va sottolineato che i personaggi raffigurati nel dipinto in esame presentano lo stesso genere di costumi di quelli in "Difesa di un castello" e "Sosta presso un fontanile" databili con molta probabilità a quel giro di anni (cfr. inv.3252 e 3254). Infine, nel 1838, all'Esposizione di Belle Arti di Milano, D'Azeglio presentò "Un passaggio di truppe", di proprietà del Sig. Sanquirico (Borghi, cit., p. 104, n.174), che potrebbe identificarsi con "Convoglio di truppe in marcia"

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.