Lingue

Chiaro di luna

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Bartolomeo Bezzi
Tipologia: dipinto

Descrizione

Il dipinto offre un tipico esempio della produzione tarda dell'artista, che dopo il contatto con l'accezione simbolista del paesaggio tipico della cultura contemporanea veneziana, enfatizza ancor i più i toni sentimentali e neo-romantici della sua pittura (aspetto forse sottolineato dal sottotitolo "Tedescheria"), che avevano già caratterizzato la sua produzione a partire dagli anni Novanta."Chiaro di Luna", esposto alla Biennale veneziana del 1914, è una veduta cittadina - verosimilmente di Verona nella quale si era ritrasferito a partire dal 1912 - che concentra la sua attenzione sulle architetture della via, mentre la luce lunare illumina solo alcune porzioni e dagli interni viene fuori una luce domestica calda, dimostrando una assimilazione del paesaggismo nord-italiano del primo decennio del secolo, da De Maria a Fragiacomo. Il dipinto rappresenta probabilmente una delle ultime opere realizzate dall'artista, il quale nel 1914, colto da una malattia invalidante, non potrà più dipingere fino alla morte avvenuta a Clès, in Trentino, nell'ottobre del 1823

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.