Lingue

Bachi da setola

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Autore: Pino Pascali
Tipologia: disegno

Descrizione

La breve parabola artistica di Pino Pascali da luogo a precisi cilcli di opere caratterizzati ognuno da uno specifico registro linguistico: i pezzi anatomici di donna, le armi, le sculture bianche e gli elementi della natura. A questi ultimi comincia a dedicarsi sin dal 1967: cubi di terra, acqua condotta nei canali d'irrigazione, campi arati, balle di fieno montate in cornice.Sono proprio queste ultime le opere che espone a Parigi per una mostra personale alla Galleria A. Jolas presentata da C. G. Argan. La mostra, in due tempi come abitudine dell'artista, presentava nella seconda parte gli "Elementi della natura" e forse qualche "Baco da setola" di cui fa cenno C. G. Argan nel catalogo della mostra (C. G. Argan, Catalogo della mostra "Pascali. Les sculptures blanches. Les elements de la nature", Galleria Jolas, Parigi, 1968 in "Pino Pascali", catalogo a cura di F. D'Amico e S. Lux, Milano, Padiglione d'Arte Contemporanea, 15 dicembre - 31 gennaio 1988, De Luca Editore, p.13).Il disegno, avente come soggetto proprio dei "Bachi da setola", spedito da Pino Pascali a Vittorio Rubiu da Parigi in occasione di tale mostra, ( notizia appresa da M. Cossu direttamente da Vittorio Rubiu), potrebbe essere un anticipo di Pascali agli amici Vittorio Rubiu e Cesare Brandi di ciò che avrebbe esposto al suo rientro a Roma alla sua seconda personale presso la Galleria L'Attico. E' qui, infatti, che i "Bachi da setola" saranno protagonisti per la prima volta. Appare pertanto possibile datare al 1968 il disegno.Inoltre, il testo presente sul foglio oltre ad essere parte integrante del disegno, denuncia, tra le righe l'aspetto ludico dell'arte di Pascali, lui stesso del resto, in una filastrocca scritta di suo pugno, confessa, quasi come una dichiarazione di poetica : "Io son come un serpente/ ogni anno cambio pelle/ la mia pelle non la butto/ ma con essa faccio tutto/ Quel che ho fatto di recente/ già da tempo mi repelle." (Pino Pascali in "Pino Pascali", catalogo della mostra a cura di A. B. Oliva, A. Tecce, L. Velani, Napoli, Castel Sant'Elmo, 7 maggio - 18 luglio 2004, Electa Napoli, 2004, p. 135)

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.