Lingue

Trasporto di Cristo al sepolcro

Galleria Nazionale dell'Umbria

Autore: Cavalier D'arpino (attribuito)
Tipologia: dipinto

Descrizione

Il dipinto è la copia quasi esatta della tavola di Raffaello dipinta per Atalanta Baglioni destinata alla chiesa di San Francesco al Prato a Perugia ed oggi conservata nella Galleria Borghese. L’opera del Cavalier d’Arpino nel XVII secolo venne trasportata all’interno dell’oratorio di San Bernardino; tra la fine del Settecento e i primi decenni del secolo successivo il dipinto tornò nella chiesa di San Francesco, dapprima nella crocera, poi sull’altare della famiglia Saccaloni-Morettini , dove la vide il Siepi . Nel 1863 entrò in Pinacoteca a seguito delle operazioni di demaniazione. La copia venne eseguita nel 1608 per volontà di Paolo V, dopo che l’originale era stato trafugato. Le cronache riportano che in occasione dell’invio in città di questa tela, vennero portate anche tre lampade d’argento per mettere a tacere le polemiche che infuriavano sulla questione. Negli stessi anni venne incaricato anche il Lanfranco di eseguire un’altra copia dell’opera di Raffaello, di cui però non sia hanno più notizie. L’attribuzione al Cavalier d’Arpino del dipinto qui in esame risale al XVII secolo e come tale giunse in Galleria

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.