Lingue

Trasfigurazione

Galleria Nazionale dell'Umbria

Autore: Pietro Detto Il Perugino (attribuito)
Tipologia: dipinto

Descrizione

Come ricordato anche nell'Inventario del 1918 la pala pervenne in Galleria in seguito alle demaniazioni del 1863. Fu eseguita per la patrizia perugina Andreana Signorelli, vedova Graziani, poco prima del 1517 per il proprio altare nella chiesa di Santa Maria dei Servi, al Colle Landone di Perugia. Demolita la chiesa, l'opera fu trasportata in Santa Maria Nuova in Porta Sole nella cappella Graziani. Il percorso critico sull'opera è ricordato da Santi . Egli riconosce che Bombe, Gnoli, Berenson e Van Marle, scambiando l'obbligazione col pagamento, datarono l'opera al 1518. Lo stato di deperimento in cui si trovava quando era nella chiesa di Santa Maria Nuova, indusse probabilmente Cavalcaselle e Morelli ad attribuirla a Giannicola di Paolo, mentre Venturi la diede alla bottega del Perugino. Tutti gli altri studiosi ritennero certa l'autografia peruginesca. Marchesi , Guardabassi e Milanesi la datarono al 1522. Mezzanotte la ritenne di molti anni precedente al Cambio. Nella scena della Trasfigurazione, Santi vi nota la ripetizione dello schema usato diciassette anni prima negli affreschi del Cambio "rovesciato però nella parte inferiore e arricchito dai serafini nella mandorla e dal bel paesaggio sullo sfondo". Scarpellini riconferma l'attribuzione a Perugino e la datazione al 1517, anno in cui l'opera ordinata da Andreana Signorelli doveva essere già compiuta. Todini . riconferma l'attribuzione e la datazione. Dallo studio dei documenti relativi all'opera è emerso che questa venne restaurata dopo pochi anni dalla sua esecuzione, nel 1544, a causa di danni subiti a seguito di un fulmine. E' stato, inoltre, notato come la'ppelativo di Pala Signorelli non sia del tutto esatto, essendo stata commissionata non da Adriana Signorelli ma da suo marito Francesco di Bartolomeo Graziani

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.