Lingue

Madonna della Misericordia

Galleria Nazionale dell'Umbria

Autore: Fiorenzo Di Lorenzo (attribuito)
Tipologia: dipinto

Descrizione

L’affresco proviene dallo xenodochio di sant’Egidio del Collegio della Mercanzia in porta sant’Angelo a Perugia. Entrò in Pinacoteca dopo il distaccamento dalla parete originaria avvenuto nel 1870 per iniziativa del Comune e del Collegio proprietario. Probabilmente in seguito allo strappo andò perduta la lunga iscrizione che riportava il nome del committente, la firma del pittore e la data di esecuzione , la cui trascrizione ci è stata tramandata da Adamo Rossi . Il dipinto, allo stato attuale delle ricerche, può essere considerato il primo lavoro noto di Fiorenzo di Lorenzo, essendo state espunte dal suo catalogo numerose opere oggi attribuite a Bartolomeo Caporali . Alla relativa abbondanza di notizie documentarie riguardanti la sua vita e gli incarichi rivestiti in seno all’Arte, non corrisponde una pari quantità di opere che possano illustrare dettagliatamente il suo percorso artistico, di cui conosciamo solo la produzione degli ultimi due decenni del XV secolo. Dall’analisi stilistica della Madonna della Misericordia si evince che a queste date Fiorenzo fosse molto impressionato dalla cultura fiorentina, in particolare verrocchiesca e pollaiolesca, probabilmente conosciuta di persona durante un soggiorno a Firenze, come ha recentemente sostenuto Paola Mercurelli Salari . L’affresco venne realizzato in occasione di una pestilenza verificatasi a Perugia nel 1476. A tal proposito il Pellini narra come il rione di porta sant’Angelo fosse stato duramente colpito dall’epidemia e come il canonico Galeotto si fosse prodigato nel portare aiuto alle persone bisognose. In ricordo di tale evento, nel 1714 venne apposta una lapide all’interno dell’ospedale per volontà dei Priori dell’Arte, anch’essa successivamente staccata e portata in Pinacoteca

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.