Lingue

Madonna della Consolazione

Galleria Nazionale dell'Umbria

Autore: Pietro Detto Il Perugino
Tipologia: dipinto

Descrizione

Commissionata nel 1496 dai Disciplinati di Santa Maria Novella, detta poi della Consolazione, al Perugino, la tavola fu terminata nel 1498. Nel XVII fu nascosta dai confrati a causa delle requisizioni francesi. Dopo la fusione della Confraternita di Santa Maria Novella con quella di San Pietro Martire nel 1801, l'opera fu posta sull'altare di quest'ultimo, venne poi depositata in Pinacoteca nel 1863 e poi definitivamente donata nel 1906. La maggior parte dei critici la considera opera autografa; Venturi , Berenson , Alazard e Camesasca videro l'intervento di un aiuto, il Maestro della Madonna Diotallevi, soprattutto nel Bambino. Santi invece non concorda affatto con tale ipotesi ed anzi apprezza la notevole qualità del dipinto. Perugino, come era solito fare, riutilizzò per i due angeli in volo un cartone della Sistina, che già aveva più volte adoperato. La stessa impostazione della Madonna della Consolazione verrà successivamente riutilizzata per la Pala dei Tezi nel 1500.

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.