Lingue

Madonna con Bambino e Santi

Galleria Nazionale dell'Umbria

Autore: Pietro Detto Il Perugino (attribuito)
Tipologia: dipinto

Descrizione

Una recente ricerca ha permesso di appurare che il gonfalone fu eseguito non per la confraternita di Sant'Andrea o della Giustizia, dove si trovava nel 1879, quando entrò in Pinacoteca, ma per quella di San Bernardino in Porta Eburnea, riunita nel 1537 a quella di Sant'Andrea, con sede comune nelle stanze poste dietro l'oratorio di San Bernardino, presso la chiesa di San Francesco al Prato. Nel 1496 Pietro Vannucci intima ai confratelli di San Bernardino il saldo per un gonfalone da lui dipinto. Il pio sodalizio lo fece dipingere grazie al contributo del Comune di Perugia, a ricordo del quale il Vannucci aveva dipinto nella parte bassa due grifi, oggi purtroppo perduti, ma testimoniati da Lancellotti nel XVIII secolo. L'anticipo della datazione dell'opera al 1496 e non più al 1501 rivaluta il lavoro di Perugino, che invece molti avevano letto come una stanca ripetizione di modelli precedenti, quali ad esempio la Pala dei Decemviri. Il dipinto è ritenuto completamente autografo, come dimostrerebbe la finezza degli incarnati, la morbidezza degli impasti cromatici e lo sfondo paesaggistico. Questo si rivela essere una puntuale inquadratura del borgo di Porta Eburnea vista da Montemorcino Vecchio e non una semplice veduta di Perugia. Fatto non irrilevante, dal momento che la confraternita aveva sede proprio in Porta Eburnea.

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.