Lingue

Madonna con Bambino e Santi

Galleria Nazionale dell'Umbria

Autore: Pietro Detto Il Perugino (attribuito)
Tipologia: dipinto

Descrizione

Le vicende della pala sono stata recentemente ricostruite da Garibaldi e Del Giudice in occasione della mostra monografica sull'artista umbro. La pala fu eseguita per la cappella di famiglia, dedicata a S.Nicola da Tolentino, del notaio perugino Bernardino di Ser Angelo Tezi in S.Agostino a Perugia. Crispolti la vide vicino all'altare di San Nicola, dove era collocato un dipinto realizzato dallo stesso Perugino per la famiglia Capra , mentre Giappessi la indica presso la cappella di Santa Lucia, poi dedicata a San Tommaso da Villanova a seguito del passaggio della cappella alla famiglia Capra. Con i lavori settecenteschi di ammodernamento della chiesa la pala fu smontata, venne perduta la carpenteria e furono separati i vari elementi. La tavola centrale fu posta sulla crociera sinistra, sopra la porta dela sagrestia, dove si trovava ancora nel 1863, quando fu demaniata e passò in Pinacoteca e venne collocata entro la cornice della Pala dei Decemviri, requisita dai francesi ed finita in Vaticano. Del piccolo sportello del ciborio dove doveva esservi dipinto il Redentore non si hanno più notizie. Della predella, dopo essere stata trasferita in segrestia, probabilmente requisita dai Francesi, si persero le tracce fino al secolo scorso quando venne segnalata in collezione Veit a Francoforte, da dove fu acquistata per il Museo di Berlino. Ritenuta autografa dal Vasari, da gran parte della critica è considerata opera di collaborazione, in particolare sono stati proposti i nomi di Giannicola di Paolo, Eusebio da S.Giorgio, Ludovico d'Angelo, Lattanzio di Giovannio e Sinibaldo Ibi. Recentemente è stata recuperata la piena autografia del maestro, almeno per la tavola centrale, caratterizzata da una elevata qualità tecnica, sebbene lo schema compositivo sia ripreso da quello del Gonfalone della Giustizia del 1496 e il gruppo della Madonna con Bambino ricordi molto da vicino la Madonna della Consolazione dipinta tra il 1496 e il 1498 . La cornice che si nota in una delle foto allegate proviene dalla Pala dei Decemviri, eseguita da Perugino per la Cappella dei Priori, la cui tavola centrale originale oggi si trova alla Pinacoteca Vaticana, a causa delle soppressioni napoleoniche

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.