Lingue

Quelli che vanno

Museo del Novecento

Autore: Umberto Boccioni
Tipologia: dipinto

Descrizione

Si tratta di uno studio per il noto trittico "Stati d'animo". Umberto Boccioni, teorico del movimento futurista, realizza due trittici degli Stati d’animo fra il 1911 ed il 1912. Entrambi trattano l'analisi emotiva di una separazione dovuta a una partenza. Nell’opera Quelli che vanno, studio grande per Stati d’animo, il volto inquieto e sfuggente di colui che parte, e le immagini fugaci del paesaggio, sono tratteggiate in velocità per effetto del treno in corsa. Per evocare il movimento emotivo Boccioni introduce nel quadro l’elemento formale dell’angolo acuto di Mach secondo il quale un oggetto in velocità nella pura sensazione appare come un ambiente emotivo sotto forma di penetrazione orizzontale ad angolo acuto. La figura nera della locomotiva, in alto a sinistra, e le pennellate nere, oblique e decise, su tutto il dipinto, accentuano il senso di velocità. Così nell'opera Boccioni unisce la percezione visuale della scena all’interiorità psichica del soggetto, anticipando temi che saranno propri del surrealismo.

Photo Credits: catalogo.beniculturali.it Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.