Lingue

Gli addii

Museo del Novecento

Autore: Umberto Boccioni
Tipologia: dipinto

Descrizione

Quelli che vanno costituisce una serie di un ciclo dipinti chiamato Stati d’animo di Umberto Boccioni. Si tratta di una delle opere più significative del Futurismo, realizzata nel 1911 in due versioni. La prima è conservata al Museo del Novecento di Milano ed è caratterizzata da una tecnica divisionista. La seconda invece è al Museum of Modern Art di New York ed è influenzata dalla pittura cubista. Le tre serie corrispondono ad altrettanti risvolti emotivi: Gli addii, Quelli che vanno e Quelli che restano. Le tele incarnano i principi alla base della corrente artistica futurista, ovvero la simultaneità della visione, l'impatto della velocità del mondo moderno ed il sincretismo fra la percezione visiva e quella mentale. Quest'opera è la prima versione degli Addii di Boccioni: al centro della tela si intuisce l’abbraccio di due figure appena abbozzate, raffigurate dall’alto. Altre coppie ai lati del dipinto ripetono il gesto, affollando lo spazio e creando una sensazione di immersività nei confronti dello spettatore. Le linee di colore sono curve ed espressive, stilate con masse cromatiche dalle tonalità accese. Le persone si danno l'ultimo addio alla piattoforma dei treni, prima di partire, il calore dell'abbraccio si dissolve nel movimento, nella velocità del treno in partenza.

Photo Credits: catalogo.beniculturali.it Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.