Lingue

San Girolamo nello studio

Museo di Palazzo Reale

Tipologia: dipinto

Descrizione

Gli inventari attribuiscono l'opera alla scuola fiamminga del secolo XVI. Torriti lo considera copia da Marinus Van Reymerswaele , pittore olandese, legato ai problemi sociali e religiosi della Riforma, influenzato da Durer, capace di un disegno minuzioso e di colori accessi e dissonanti. Il pittore Marinus Van Reymerswaele eseguì più volte quadri aventi per soggetto San Gerolamo; questo dipinto appare vicino alla sua maniera . Leoncini nota un richiamo inoltre al san Girolamo nel suo studio secondo un prototipo di Albrecht Durer del 1521 oggi conservato a Lisbona; un'iconografia che a sua volta ricorda lo stesso santo dipinto da Jan van Eyck e datato 1442 oggi al Ditroit Institute of Art. E' probabile che tuttavia si debba a Joos van Cleve il prototipo più prossimo al dipinto oggi nel Palazzo Reale di Genova; quella in esame sembrerebbe infatti la versione sempificata della tavola di Joos van Cleve della quale sono note diverse versioni autografe dalla critica e conservate nella collezione di Lord Camrose, Hackwood House, a Basingstoke , in quella Priz August von Hannover a Pattensen e alla Princeton University. E' evidente un ingrandimento alle due estremità inferiore e superiore per adattarne le dimensioni a quella della cornice ottocentesca

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.