Lingue

Mosè difende le figlie di Ietro

Galleria degli Uffizi

Autore: Rosso Fiorentino
Tipologia: dipinto
Sala: Sala 60

Descrizione

Mosè difende le figlie di Jetro è un dipinto a olio su tela attribuito a Rosso Fiorentino, databile agli anni fra il 1523 ed il 1524 circa. Vi è rappresentato l'episodio biblico dell'Esodo in cui le sette figlie di Ietro, un sacerdote della terra di Madian, vengono importunate da un gruppo di pastori madianiti mentre attingono l'acqua a un pozzo per abbeverare il gregge del padre. I malfattori vorrebbero approfittarsi delle fatiche delle giovani per dare invece da bere ai propri animali, ma l'intervento con minacce del giovane Mosè, seduto lì vicino, li fa desistere. In ricompensa Mosè riceverà poi in moglie una delle fanciulle, Sefora. L'opera presenta un impianto compositivo originalissimo, in cui il profeta ha un ruolo pienamente attivo e violento nello scacciare i pastori. Mosè appare infatti furioso e seminudo al centro, mentre infierisce sui corpi dei rivali. l primo piano è un groviglio di corpi nudi arditamente scorciati, in cui spiccano la smorfia di dolore dell'uomo a destra, o quella di rabbia dell'uomo che sta accorrendo a sinistra con un velo gonfiato dal vento attorno al proprio corpo, una citazione dell'arte classica. Probabilmente è lo stesso Mosè, ancora, che si accingerebbe verso Sephora, col seno scoperto e la veste a effetto bagnato che aderisce alla pelle, annunciandole la cacciata dei pastori, mentre altre donne scappano ignorando l'accaduto. Vicino si vedono le pecore e il bordo del pozzo, raggiungibile da alcuni gradini appena accennati. In alto a destra, davanti a un lembo di cielo, si riconosce una fila di case. La figura sdraiata in primo piano, con il violento scorcio, sarà un'importante fonte di ispirazione per i manieristi fiorentini, come Bronzino.

Photo Credits: catalogo.beniculturali.it Text Credits: it.wikipedia.org

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.