Lingue

San Pietro

Sculture dei tabernacoli esterni della Chiesa di Orsanmichele

Autore: Filippo Brunelleschi e Donatello
Tipologia: statua

Descrizione

La statua di San Pietro, attribuita a Filippo Brunelleschi e con il contributo tramandato dalle fonti di Donatello, fa parte del ciclo delle quattordici statue dei protettori delle Arti di Firenze nelle nicchie esterne della chiesa di Orsanmichele. Fu commissionata dall'Arte dei Beccai, i macellai, e risale al 1412 circa. È in marmo apuano ed è alta 243 centimetri. Oggi si trova conservata all'interno del Museo di Orsanmichele, mentre all'esterno è sostituita da una copia. La critica contemporanea è sempre più convinta nell'attribuire il San Pietro a Brunelleschi per l'altissima qualità dell'opera. Egli, dopo la sconfitta nel concorso per la seconda porta del Battistero fiorentino nel 1401, era andato a Roma a studiare la statuaria antica: da qui deriverebbe la forte impostazione classica. San Pietro è ritratto come un filosofo antico, con la testa barbuta e vestito di toga e mantello dall'elegante panneggio. Col braccio sinistro regge un libro, mentre nella mano destra tiene il tipico attributo delle chiavi (in bronzo, ormai non più quelle originali). La statua guarda verso sinistra, cioè verso la via principale, via de' Calzaiuoli: per questo è predisposta per essere meglio goduta da una vista da sinistra o frontale, mentre il profilo destro è meno soddisfacente. Per questa ragione si deve considerare che la spalla destra e tutto quel lato era nascosto nella nicchia. La statua è stata scolpita in un marmo di particolare qualità, poco poroso, che ne ha garantito uno stato di conservazione tra i migliori della serie di Orsanmichele e impedito l'assorbimento degli oli stesi sui marmi tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento, per farli assomigliare a bronzi ed avere un insieme più armonioso con le altre statue. La statua è l'unica sulla quale non sono state trovate tracce di doratura, per cui si pensa non ne abbia mai avuta sin dall'origine, mentre era corredata da elementi metallici quali, oltre alle chiavi, le borchie del libro.

Photo and Text Credits: it.wikipedia.org

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.