Lingue

Madonna della Rosa

Sculture dei tabernacoli esterni della Chiesa di Orsanmichele

Autore: Pietro di Giovanni Tedesco
Tipologia: statua

Descrizione

Il gruppo scultoreo della Madonna della Rosa, attribuito a Piero di Giovanni Tedesco, fa parte del ciclo delle quattordici statue dei protettori delle Arti di Firenze nelle nicchie esterne della chiesa di Orsanmichele. Fu commissionato dall'Arte dei Medici e Speziali e risale al 1399 circa. È in marmo ed è alto 220 centimetri. Oggi si trova conservato all'interno del Museo di Orsanmichele, mentre all'esterno è sostituito da una copia. Pietro di Giovanni Tedesco fu uno scultore di origine nordeuropea, attivo a Firenze nel cantiere del Duomo. La statua rappresenta una Madonna in trono col Bambino e deve il suo nome al mazzetto di rose canine che il Bambino cerca di prendere dalle mani della madre. La statua è caratterizzata da una volumetria piena e arrotondata, con una monumentalità che si percepisce appieno solo all'interno del tabernacolo, dove un gioco di rimandi ottici ne evidenziano le forme. Vista fuori dal contesto invece, come nel Museo, essa appare appiattita e un po' incoerente. L'opera mostra analogie con le opere della tarda scuola di Giotto, per via della ricerca di equilibrio e della compostezza che la contraddistingue.

Photo and Text Credits: it.wikipedia.org

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.