Lingue

Ritratto di papa Leone X

Museo di Palazzo Vecchio

Autore: Bandinelli Bartolomeo Detto Baccio Bandinelli
Tipologia: statua
Sala: Salone dei Cinquecento

Descrizione

Il Vasari racconta che già nel progetto mostrato a Cosimo il Bandinelli aveva contemplato la presenza della statua di "Leone decimo che mostrasse pace in Italia", che tuttavia non risulta ancora eseguita nel rendiconto sullo stato dei lavori che lo scultore invia al Duca nell'ottobre 1554. Quando nel 1563 a finire l'Udienza del salone subentra il Vasari, la statua iniziata dal Bandinelli, che giaceva ancora incompiuta nell'Opera del Duomo , viene portata a termine dall'allievo di Baccio Vincenzo de' Rossi per essere collocata nel 1565 dall'aretino nella nicchia centrale in luogo della statua di Clemente VII che vi era stata posta dal Bandinelli. Notizie documentarie rese note dal Cecchi confermano tali vicende tramandateci dal Vasari: si hanno infatti pagamenti dal 9 luglio al 17 novembre 1565 a diversi scalpellini impegnati a rifinire la statua "che à da ire nel salone nell'opera del Bandinello" e che viene collocata su di una base che sarà in seguito sostituita dal piedistallo con teste leonine eseguito da Romolo di Francesco Ferrucci del Tadda nel 1591. Fra le statue monumentali previste dal Bandinelli da collocarsi nelle nicchie dell'Udienza questa di Leone X, anche per le sue vicende esecutive rimane di difficile valutazione critica non ritrovandosi invero quel riecheggiamento di moduli classici, quello stile 'all'antica' che orienta le scelte stilistiche del Bandinelli nella realizzazione della gloriosa galleria di personaggi medicei dell'Udienza

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Altre opere in Salone dei Cinquecento

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.