Lingue

Leone

Museo di Palazzo Vecchio

Tipologia: scultura
Sala: sala dei Gigli

Descrizione

Il leone, animale simbolico di Firenze, conosciuto col nome di "Marzocco", poggia su una mensola marmorea quattrocentesca al centro di una parete della sala dei Gigli. La scultura risulta presentein questa sala gia nell'inventario redatto dal Lensi nel 1918, ma e' chiaro che la sua collocazione originaria doveva essere un'altra. Si tratta probabilmente di uno dei leoni che intorno alla meta'del XIV secolo ornavano i "quattro canti del palagio del popolo" come ricorda Matteo Villani, fratello di Giovanni, nel brano di una cronaca riportata dal Lensi Orlandi. Leoni dorati erano anchein cima alla torre, sulle cantonate del ballatoio, sulle teste dei beccatelli, sulle porte, sui capi degli arpioni per attaccare i cavalli, sulla ringhiera. Dunque questa scultura fu fatta per Palazzo Vecchio, ma in uno dei tanti cambiamenti subiti dall'edificio ha perso la sua collocazione e funzione originaria finendo nelle gallerie. Fu poi riportata in Palazzo Vecchio e posta, in epoca recente, nella sala piu' rappresentativa in termini di esaltazione della citta'

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.