Lingue

Veduta di Roma

Museo Novecento

Autore: Mario Mafai
Tipologia: dipinto

Descrizione

Dopo il soggiorno parigino del 1931, Mafai schiarì la sua tavolozza: in quest'opera i toni sono luminosi e prevalgono gli azzurri, i rosa, i gialli, gli ocra. Il tema delle vedute monumentali di Roma è ricorrente nell'opera di Mafai degli anni Trenta . Come ha scritto M. Rivosecchi , si tratta di visioni che rappresentano "l'incubo e il trionfo della decadenza , gli ultimi sussulti di una città che affonda in un mare di creta fangosa ". Si tratta dunque della stessa poetica dell'abbandono della vita, della decadenza e della morte, affrontata da Mafai nelle serie degli stessi anni Trenta dei "Fiori secchi" e delle "Demolizioni" , consonante alla poetica di Ungaretti espressa nelle pagine di "Fronte" . Non sappiamo quando Della Ragione abbia acquisito quest'opera. Per i contatti fra Della Ragione e Mafai cfr. la scheda dell' "Autoritratto"

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.