Lingue

Vedita di Roma

Museo Novecento

Autore: Mario Mafai
Tipologia: dipinto

Descrizione

Su questo dipinto ha esaurientemente scritto M. Rivosecchi nel catalogo "Scuola Romana - Artisti fra le due guerre", 1988, p. 28 : "Sono trascorsi gli anni della Scuola di via Cavour di Parigi , dell'invenzione del tonalismo e della Cometa. Il dipinto appare nella sala che Mafai condivise con Alberto Zivieri alla Biennale di Venezia del 1938, in un momento cruciale per le vicende pittoriche romane. I termini di confronto più adatti non si trovano nei paesaggi del 1928-1929, ma nelle nature morte coeve, dove appare uno spazio ugualmente ribaltato in avanti e un lavoro sui toni scevro da ogni pigrizia decorativa E' facile avvertire lo stesso incubo del trionfo e della decadenza anche in questa veduta dal Gianicolo . Un'altra immagine di un mito ormai capovolto, vicina soprattutto alle vedute fantastiche di Cagli all'Esposizione di Parigi negli stessi mesi e a quelle più intime ed essenziali di Pirandello". Il dipinto è stato esposto per la prima volta nel 1938 alla Biennale di Venezia con il titolo: Roma dal Gianicolo. I toni sono caldi, dominano sui verdi scuri - blu, i rosa, gli ocra, i gialli

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.