Lingue

Ritratto del cardinale Vennutelli

Museo Novecento

Autore: Bonichi Gino Detto Scipione
Tipologia: dipinto

Descrizione

Nel 1941, quando il quadro fu esposto alla mostra su Scipione alla Pinacoteca di Brera, l'opera era già nella collezione di Alberto Della Ragione insieme ad un altro "Studio per il Cardinale Decano", pure del 1929 e dalle stesse caratteristiche tecniche, ma la cui ubicazione attuale è sconosciuta. L'opera è uno studio per uno dei maggiori dipinti del pittore maceratese: il "Ritratto del Cardinale Decano " conservato a Roma nella Galleria Nazionale d'Arte Moderna il cui stile supera ogni accademismo, per trovare, attraverso la forza del colore neo-veneto e l'energia del segno addirittura inciso nell'alto impasto materico, una nuova, tragica espressività; elementi che sono evidenti anche nello studio della Raccolta Alberto Della Ragione e che, a differenza dell'opera finale ritrae solo il volto del Cardinale. Fagiolo Dell'Arco e Rivosecchi hanno indicato il 1939 come la data di ingresso del quadro nella collezione Della Ragione e certo questo avvenne prima del 1941 quando il dipinto fu esposto alla "Prima Mostra Delle Collezioni d'Arte Contemporanea" di Cortina d'Ampezzo del 1941, quando Alberto Della Ragione vinse, con la sua raccolta il primo premio

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.