Lingue

Natura morta con vaso di fiori

Museo Novecento

Autore: De Pisis Filippo
Tipologia: dipinto

Descrizione

I colori di quest'opera del '46 raffigurante due rose in un vaso contro una tela non sono brillanti. Il fondo è nero. L'animo del pittore sembra fattosi più cupo e angosciato nonostante la fine della guerra. Tuttavia dal punto di vista artistico ebbe inizio un nuovo periodo fecondo. Sulla tela riprodotta nel quadro si nota la sigla "S./B." che può forse indicare il palazzetto di "San Bastian" dove allora abitava non lontano dalla nipote Bona che seguiva i corsi all'Accademia . A volte però questa stessa sigla è stata sciolta come "Santa Barnaba". Scappato a Venezia a causa dei bombardamenti incessanti su Milano, nella città lagunare De Pisis si era ritrovato "isolato collegato col resto del mondo solo dal precario cordone ombelicale di un ponte spesso interrotto lontani i parenti, dispersi gli amici, di tutti quelli che amava gli rimaneva sulla spalla il pappagallo Cocò. In questo isolamento continuava a scrivere su pezzetti di carta ritagliati da riviste, programmi ecc. brevi poesie che in parte raccolse legandole con uno spago dandogli il titolo di 'Cattività Veneziana' " . Non poche di queste poesie sono dedicate ai fiori evidenziando ancora una volta lo stretto legame fra poesia e pittura e l'urgenza di fermare sulla carta o sulla tela una impressione ricevuta

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.