Lingue

Natura morta con bottiglie, pannocchie di granturco, fichi e uova

Museo Novecento

Autore: De Pisis Filippo
Tipologia: dipinto

Descrizione

"Natura morta con pannocchie" è il quadro "più antico" di De Pisis fra quelli rimasti nella collezione dell'ingegner Alberto Della Ragione che era arrivato a possedere cinquantadue opere di questo artista. Oggi i quadri nel museo fiorentino di Arte Contemporanea intitolato all'ingegnere mecenate di Genova, ma originario di Sorrento, sono ventidue, ma di queste ben dodici provengono in realtà dalla collezione dello scrittore Aldo Palazzeschi . Dal 1919 al 1923, anno in cui si recò ad insegnare ad Assisi, De Pisis abitò a Roma dove visitò musei, gallerie, chiese, rimanendo colpito soprattutto dalle nature morte dei nostri secenteschi quali Recco, Ruoppolo. Frequentò anche Armando Spadini per cui aveva una grande ammirazione, tanto da considerarlo suo maestro e risentirne l'influsso sia nella scelta dei soggetti che nella loro resa, ma la sua tecnica doveva ancora maturare. Anni più tardi scriverà "dipingevo certe nature morte che mi paiono ora un po' secche, servendomi tra l'altro come modelli degli utensili da cucina di certe brave signore che mi ospitavano; una cucina misteriosa come ne esistevano ancora a quei tempi a Roma "

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.