Lingue

Figure

Museo Novecento

Autore: Emilio Vedova
Tipologia: dipinto

Descrizione

La datazione 1942 suggerita nel catalogo della Raccolta Della Ragione è sostenuta dai confronti stilistici con opere dello stesso momento, prime fra tutte gli altri dipinti di Emilio Vedova nella stessa collezione. L'espressionismo della pittura di Vedova rileva un avvicinamento agli artisti del movimento di Corrente, con i quali condivide l'impostazione politica antifascista e accanto ai quali è presente al Premio Bergamo nel 1942. Come tuttavia precisa lo stesso pittore, "Vedova ... è un'orbita che si muove su altre premesse, da lontane concezioni del dinamismo futurista, con riguardo più alla violenza dei sentimenti che non al meccanicismo del progresso, e da un lungo esercizio di ricerca sull'autonomia di pura fantasia delle architetture barocche. Alla fine è un espressionista anche lui, ma diverso nei suoi miti, fuori dalla dialettica interna del gruppo ... e a un disprezzo localizzabile sul binomio Van Gogh - Picasso"

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.