Lingue

Donna al mare

Museo Novecento

Autore: Giuseppe Viviani
Tipologia: dipinto

Descrizione

Il gusto ingenuo e naif dello stile di Viviani, la forte cromia vicina alla vivacità dei suoi scritti, nasce da una complessa personalità di cultura autodidatta, che ama raffigurare una realtà popolata di figurine caratteristiche, oggetti quasi animati, animali umanizzati, ambienti e vedute di luoghi che ritornano sempre uguali ma rinnovati. Sotto questa apparente ingenuità appare il sarcasmo graffiante o la malinconia che testimoniano una meditata ricerca interiore. Anche in quest'opera apparentemente così semplice troviamo i consueti temi: il mare, la figura isolata, le biciclette; ma la pianta rigogliosa fa quasi da protagonista, mentre la donna con il viso coperto dagli occhialoni neri sembra inerme e inespressiva come un oggetto. Tutto ciò rappresenta un esempio della acutezza di osservazione, venata di ironia, tipica dell'artista. L'opera ha partecipato alla mostra collettiva "IV Premio Nazionale di pittura Città di Gallarate", come è testimoniato dal cartellino sul retro che però non riporta il periodo cronologico in cui si svolse. La datazione al 1953 è stata ricavata dal testo di R.Varese . Un altro testo che riporta una riproduzione del quadro è utile per datarne l'ingresso nella collezione Della Ragione, dato che sulla didascalia è riferita la proprietà ad Alberto Della Ragione

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.