Lingue

Autoritratto di Mario Mafai

Museo Novecento

Autore: Mario Mafai
Tipologia: dipinto

Descrizione

È il primo autoritratto di Mafai. Nel 1928 è la prima apparizione pubblica di Mafai che partecipa, con l'amico Scipione e altri, all'esposizione di Palazzo Doria : l'autoritratto è tra le opere esposte . L'Autoritratto, per il tipo di pittura solida, compatta, dalle tinte brune e affiorate, si richiama in parte alle passate esperienze di "Valori Plastici" ma risente anche della pittura francese di Chagall, Soutine ecc., mediata attraverso Antonietta Raphael, sua compagna e poi moglie. Non è noto quando l'ing. Della Ragione acquistò quest'opera di Mafai. L'amicizia tra Mafai e Della Ragione è documentata a partire dal 1938 , quando opere di Mafai sono tra quelle di proprietà Della Ragione e parte a Torino alla Galleria La Zecca. Nel 1939 Della Ragione ospitò Mafai, Antonietta Raphael e le figlie a Quarto per sfuggire alle persecuzioni razziste del fascismo. Qui Mafai entrò in contatto anche con il collezionista Emilio Jesi

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.