Lingue

Inverno

Giardino di Boboli

Autore: Raffaello Curradi (attribuito)
Tipologia: statua

Descrizione

Il personaggio è raffigurato nelle sembianze di un uomo in età avanzata, nudo e caratterizzato da una folta capigliatura e da una lunga barba. La scultura ha il capo leggermente reclinato sulla spalla destra e le braccia piegate in avanti come a volersi riparare dal freddo. La statua presenta una base ricavata dallo stesso blocco della figura, che si sviluppa senza soluzione di continuità in un ampio tronco e in una serie di rocce, che creano uno stabile appoggio alla figura. L'inverno è probabilmente ispirato alla statua, di identico soggetto, posta sul Ponte Santa Trinita, realizzata da Giovanni Battista Caccini, databile intorno al 1608 . Purtroppo su questa scultura non vi sono notizie d'archivio sicure: Gabriele Capecchi ha ipotizzato che "l'Inverno" potesse essere il "Vento che soffia" di Raffaello Curradi, scultura d'invenzione di Giulio Parigi, pagata a Curradi il 16 luglio del 1626

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.