Lingue

Stipo

Galleria d'Arte Moderna

Autore: Domenico Bruschi
Tipologia: stipo
Sala: sala 16

Descrizione

Iniziato nel 1860 dall'intagliatore e intarsiatore perugino Alessandro Monteneri su disegno del pittore perugino Domenico Bruschi (1840-1910) per il mobile e su modello dello scultore Guglielmo Ciani (1817-1890), allievo del Bartolini, per le statue. Venne donato nel 1865 dal Municipio di Perugia al re Vittorio Emanuele II e collocato a Palazzo Pitti, prima nella sala d'aspetto della Meridiana, poi nella sala d'Ercole. Successivamente fu riposto nei solai del palazzo, dove è stato identificato e studiato da Derreck Worsdale nel gennaio del 1976. Dal dicembre di quell'anno è stato collocato nella GAM. Presentato all'esposizione italiana del 1861 di Firenze e a quella internazionale di Londra del 1862 non ancora terminato, questo stipo rappresenta un esempio notevole di mobile "tipo esposizione", le cui caratteristiche sono la monumentalità, con la prerogativa di una minuziosa esecuzione tecnica (Worsdale 1976, pp. 48-53)

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.