Lingue

Ritratto di Teresa Fabbrini

Galleria d'Arte Moderna

Autore: Giuseppe Abbati
Tipologia: dipinto
Sala: sala 11

Descrizione

Il ritratto raffigura Teresa Fabbrini, compagna di Diego Martelli che l'aveva conosciuta in una casa di tolleranza prima di condividere con lei tutta la vita, nonostante le opposizioni della madre di Diego al loro legame. L'amicizia di Abbati con Teresa è testimoniata da alcuni scambi epistolari, ed una foto dell'epoca che ritrae la donna quasi nello stesso abbigliamento conferma l'identità dell'effigiata. Nell'inventario del fondo Martelli da cui l'opera proviene, accanto al nome di Teresa Fabbrini è erroneamente posto, tra parentesi, il nome Teresa Abbati. L'anno di esecuzione sembra riferirsi alla fine del 1865 quando sappiamo che Teresa Fabbrini aveva soggiornato a Firenze, lasciando Castiglioncello dove risiedeva nella tenuta di Diego. Anche l'interno, appena evocato dalla tappezzeria, pare riferirsi ad un'abitazione cittadina; in una nota di Abbati apposta in una lettera di Diego Martelli a Teresa si legge: "cara Teresa a giorni spero venire a stringerle la mano...il ritratto è quasi finito...la cornice è ordinata, suo Beppe". La sobrietà dei toni, giocata suo grigi e sui neri a contrasto col fondo chiaro e il rigore formale ben si confà alla sottile analisi psicologica del volto di Teresa, la cui fissità mite ma austera è addolcita dai riflessi bianco rosati dell'incarnato. L'opera proviene dalla collezione di Diego Martelli come il "Ritratto in grigio" , probabilmente sempre di Teresa. Al Gabinetto Disegni e Stampe vi sono due disegni a matita su carta grigia strettamente analoghi a quest'opera

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Altre opere in sala 11

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.