Lingue

Ritratto di Francesco Forti

Galleria d'Arte Moderna

Autore: Pietro Tenerani
Tipologia: erma
Sala: sala 1

Descrizione

ritratto in forma di erma del giureconsulto Francesco Forti, in età giovanile. I capelli sono mossi e si modellano in diversi riccioli. Lungo le guance si apoggiano le basette. Il volto è severo, con le labbra chiuse. L'opera fa parte del gruppo di opere di proprietà di Carlotta Medici Lenzoni da lei donate nel 1859 alle Gallerie . Collocata alla R. Accademia di Belle Arti, poi Galleria antica e moderna, passò infine a Palazzo Pitti. Secondo il Raggi anche questo ritratto fu ordinato dalla marchesa Medici Lenzoni al Tenerani per onorare il giuriperito Francesco Forti . Sandra Pinto ricorda che il modello in gesso dell'opera era visibile nel 1875 nella Galleria del Palazzo Tenerani a Roma, mentre un altro gesso abbellisce la Biblioteca di Pescia, città che dette i natali a Francesco Forti. Fa inoltre un paragone con altri ritratti modellati dal Tenerani , riscontrando in essi una medesima tipologia. I piani larghi e nitidi determinano una fisionomia sicura, consegnando nel contempo un'immagine piena di dignità. Francesco Forti fu giureconsulto ed espresse idee moderate nei movimenti politici del primo Risorgimento . Nel 1840 vennero pubblicate postume presso l'editore Viesseux i libri delle "Istituzioni civili ad uso del foro" e ne veniva data eco sul Giornale del Commercio

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.