Lingue

Ritratto di Alaide Banti

Galleria d'Arte Moderna

Autore: Giovanni Boldini
Tipologia: dipinto
Sala: sala 10

Descrizione

Per analogie stilistiche e figurative il dipinto è da accostare al "Ritratto di Alaide sul divano rosso" e al "Ritratto di Alaide al pianoforte", dove peraltro la giovane sembra indossare il medesimo abito. E' il 1885, l'anno cui dovrebbe ascriversi l'opera, che mostra un'esecuzione ancora più sommaria, recante ancora parte dello schizzo a matita, e concentrata soprattutto nella descrizione del volto, dell'acconciatura, degli stivaletti. A pochi tratti rapidi ma fondamentali si riduce la resa della figura, l'espressione della posa, il divano che la accoglie, fissando nel collo, nei polsini e nelle pieghe disordinate dell'abito e nel ventaglio, la vitalità dell'immagine. Sul fondo grigiastro della tavoletta, sotto le pennellate rade e dinamiche si intravede uno schizzo a matita raffigurante una sorta di carro trainato da due cavalli, soggetto riscontrabile più volte nel repertorio boldiniano della metà degli anni Ottanta. In "Ragghianti - Camesasca. 1970", l'attribuzione a Boldini è messa in dubbio, ipotizzando che si tratti di un'opera eseguita da Cristiano Banti, in contatto con Boldini, suo ospite nel 1885

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Altre opere in sala 10

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.