Lingue

Ritratto di Alaide Banti

Galleria d'Arte Moderna

Autore: Giovanni Boldini
Tipologia: dipinto
Sala: sala 10

Descrizione

Il dipinto può considerarsi eseguito nel 1885, quando Boldini, giunto da Parigi, fu ospite della famiglia Banti. Alaide, trentenne, appare seduta con le spalle al pianoforte e il braccio destro posato sullo schienale della sedia, mentre volge lo sguardo sereno alla sua destra; l'acconciatura e soprattutto l'abito che indossa sono gli stessi del dipinto "Alaide sul divano rosso" e di un altro schizzo che ritrae la giovane su un sofà rivelando una cronologia ravvicinata per le opere. Il tratto veloce e vivacissimo è ormai quello tipicamente boldiniano, a pennellate sfrangiate che esaltano l'immediatezza dell'immagine. Secondo Camesasca il dipinto, graffiato in corrispondenza della bocca, fu usato da Boldini stesso per appuntarsi l'indirizzo della famiglia Bracken a Firenze: la scritta è ritenuta estranea all'opera, che probabilmente fu poi recuperata dalla famiglia Banti e conservata insieme agli altri ritratti di Alaide. La conoscenza di Boldini con Marie Bracken, figlia di Marcellin Desboutin, sposatasi a Firenze con il diplomatico inglese Robert Bracken nel 1872 risaliva già agli anni Sessanta, al soggiorno fiorentino del pittore

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Altre opere in sala 10

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.