Lingue

Paesaggio estivo

Galleria d'Arte Moderna

Autore: Dionigi Faconti
Tipologia: dipinto
Sala: sala 6

Descrizione

L'opera fu acquistata da Vittorio Emanuele all'Esposizione Italiana del 1861 per lire 300; dall'inventario del 1912 risulta collocato in una stanza da letto degli Appartamenti Reali di Palazzo Pitti; concessa in deposito alla Prefettura di Pistoia nel 1948, è stata ritirata nel 1971 e collocata alla Galleria d'Arte Moderna. La rappresentazione di una figura femminile aspecifica ha una tradizione prevalentemente settentrionale; il Faconti ribalta questa tradizione su un piano di genere. sostituendo una villanella alle eroine bibliche e storiche , e alle personificazioni di stati d'animo diversi: la Malinconia, l'Assopita etc. . soltanto dai titoli conosciamo gli altri due quadri che il pittore esponeva all'Esposizione di Firenze del 1861: "Costume di donna della Brettagna" e "Raccoglitrice di luppolo", che insieme a un terzo, presente invece alla Promotrice torinese del 1859, "Una rosa senza spine", potrebbero confermare questa disposizione del Faconti. In quest'opera l'accostamento, nelle vesti della fanciulla, del bianco e del rosso-bruno, ricorda genericamente il neo-venetismo ottocentesco, che al Faconti poteva derivare dalla collaborazione con Enrico Gamba del quale fu assistente all'Accademia Albertina fino al 1860; mentre la stesura pittorica ricorda anche il Bergamasco Trécourt, al quale riporta anche l'accento fra sentimentale e patetico della fisionomia della fanciulla

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.