Lingue

Il suocero dell'artista

Galleria d'Arte Moderna

Autore: Evaristo Boncinelli
Tipologia: scultura
Sala: sala 30

Descrizione

Databile tra il 1916 e il 1917, questa opera, proveniente dalla famiglia dell'artista, raffigura il suocero del Boncinelli che posò per lo scultore una volta alla settimana per circa un anno. Il busto presenta, con un modellato riassuntivo quasi impressionistico, un uomo anziano volto di tre quarti, e dimostra nello sguardo acuto e nella serietà dell'atteggiamento la volontà di caratterizzazione del personaggio. La figura, formata con la base, si erge con volumi sobri ma grandiosi che, con quel girare della testa verso sinistra, si dispongono in uno spazio reale. Ritornano riferimenti alla scultura toscana del Quattrocento e vengono notate affinità sia con il "Matteo Palmieri" di Antonio Rossellino, sia con il "Piero Mellini" di Benedetto da Maiano. Anche i particolari delle vesti, se si confrontano con la prima opera dell'artista, il "Ritratto del Fratello" del 1915, dimostrano aver ormai acquistato una fattura impressionistica perdendo completamente il gusto per il particolarismo mutuato dal mestiere di alabastrino. Nel 1922, alla mostra della Promotrice Fiorentina, ove figurava insieme alla "Testa di Vecchio", a "L' Idiota" e alla "Cieca", ne fu acquistata una versione in bronzo dall'Accademia (inventario Accademia n. 570, Catalogo Generale n. 668; Comune n. 303), oggi alla Galleria d'Arte Moderna di Firenze. La scultura qui considerata fa parte del gruppo di opere di Evaristo Boncinelli per la cui acquisizione si rimanda all'opera dell'Inventario Giornale n. 2048

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.